ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

CIRCOLAZIONE ORIZZONTALE INTERNA -> PORTE

ESIGENZE

SOLUZIONI

 

CRITERI ESSENZIALI

Prescrizioni

 

  • Le porte di accesso ai locali che si affacciano sui corridoi e sugli eventuali disimpegni interposti non debbono essere di impedimento alle manovre delle persone su sedia a ruote o di pericolo per chiunque transiti;
  • le porte devono essere facilmente manovrabili, di tipo e luce netta tali da consentire un agevole transito anche da parte di persona su sedia a ruote;
  • il vano della porta e gli spazi antistanti e retrostanti devono essere complanari;
  • eventuali soglie devono presentare un dislivello massimo di 2,5 cm;
  • la luce in altezza delle porte deve essere non inferiore a 210 cm.

I parametri dimensionali da rispettare sono riportati nella seguente tabella (DM 236/89, Art.  8.1.1).

Regione Veneto

 

Comune di Banari

 

Parametro

Misura minima

Misura massima

Norma

DM 236/89

Porta di ingresso principale

Luce netta in larghezza

80 cm

 

8.1.1

Porte interne

Luce netta in larghezza

75 cm

 

8.1.1

Tutte le porte

Luce netta in altezza

210 cm

 

8.2.1

Anta mobile

Larghezza

120 cm

 

8.1.1

Anta mobile

Pressione di apertura

 

8 kg

8.1.1

Eventuali vetri

Altezza da terra

40 cm

 

8.1.1

Maniglie

Altezza da terra

85 cm

95 cm

8.1.1

 

Luce minima in altezza di tutte le porte: 210 cm,  per deduzione da quanto indicato all' Art. 8.2.1

 
 

Raccomandazioni

Le porte devono essere facilmente manovrabili.

Per motivi di sicurezza, le porte che si aprono verso l'esterno non si devono proiettare in un corridoio ed, in particolare, in una via di fuga di emergenza.

Le porte che si aprono verso l'esterno devono essere dotate di un corrimano orizzontale all'interno per permettere alla persona di chiudere la porta dietro di sé una volta entrata.

Le porte dei servizi igienici devono essere facilmente apribili in caso di emergenza; inoltre, in altri Paesi si raccomanda una larghezza pari ad almeno 90 cm (rispetto a 75 cm della norma italiana ).

 

Segnalazione

Informazioni generali sulle porte dei servizi igienici sono riportate nella Linea Guida “Servizi igienici”

In altri Paesi si raccomanda una larghezza libera della porta nei servizi igienici pari ad almeno 90 cm (rispetto a 75 cm della norma italiana ).

 

 

 

 

NORME  ITALIANE

D.M. 236/89

Art. 4.1.1 Porte

Le porte di accesso di ogni unità ambientale devono essere facilmente manovrabili, di tipo e luce netta tali da consentire un agevole transito anche da parte di persona su sedia a ruote; il vano della porta e gli spazi antistanti e retrostanti devono essere complanari.

Occorre dimensionare adeguatamente gli spazi antistanti e retrostanti, con riferimento alle manovre da effettuare con la sedia a ruote, anche in rapporto al tipo di apertura.

Sono ammessi dislivelli in corrispondenza del vano della porta di accesso di una unità immobiliare, ovvero negli interventi di ristrutturazione, purché questi siano contenuti e tali comunque da non ostacolare il transito di una persona su sedia a ruote.

Per dimensioni, posizionamento e manovrabilità la porta deve essere tale da consentire una agevole apertura della/e ante da entrambi i lati di utilizzo; sono consigliabili porte scorrevoli o con anta a libro, mentre devono essere evitate le porte girevoli, a ritorno automatico non ritardato e quelle vetrate se non fornite di accorgimenti per la sicurezza.

Le porte vetrate devono essere facilmente individuabili mediante l'apposizione di opportuni segnali. Sono da preferire maniglie del tipo a leva opportunamente curvate ed arrotondate.

(Per le specifiche vedi 8.1.1)

Art. 4.1.6 Servizi igienici

…  Si  deve  dare  preferenza  … a  porte scorrevoli o che aprono verso l'esterno

Art. 8.1.1 Porte di accesso

La luce netta della porta di accesso di ogni edificio e di ogni unità immobiliare deve essere di almeno 80 cm.

La luce netta delle altre porte deve essere di almeno 75 cm.
Gli spazi antistanti e retrostanti la porta devono essere dimensionati nel rispetto dei minimi previsti negli schemi grafici di seguito riportati.

L'altezza delle maniglie deve essere compresa tra 85 e 95 cm (consigliata 90 cm).
Devono inoltre, essere preferite soluzioni per le quali le singole ante delle porte non abbiano larghezza superiore ai 120 cm, e gli eventuali vetri siano collocati ad una altezza di almeno 40 cm. dal piano del pavimento.
L'anta mobile deve poter essere usata esercitando una pressione non superiore a 8 Kg.

Art. 8.2.1 Percorsi

… Fino ad un'altezza minima di 2,10 m dal calpestio, non devono esistere ostacoli di nessun genere, quali tabelle segnaletiche o elementi sporgenti dai fabbricati, che possono essere causa di infortunio ad una persona in movimento.

Art. 9.1.1 Percorsi orizzontali

Schemi con luce netta della porta pari a 75 cm.

Le soluzioni A1 - C1 - C3 e C5 sono ammissibili solo in caso di adeguamento.

 

   a - Passaggio in vano porta posta su parete perpendicolare al verso di marcia della sedia a ruote
 

a1) - necessità di indietreggiare durante l'apertura.

Profondità libera necessaria cm 190 (Immagine)

Larghezza dal corridoio cm 100.

 

a2) - Manovra semplice senza indietreggiare.

Spazio laterale di rispetto di cm 45. (Immagine)

Profondità libera necessaria cm 135.

 

a3) - Larghezza libera cm 100.

Profondità libera necessaria cm 120. (Immagine)

 

b- Passaggio in vano porta posta su parete parallela al verso di marcia della sedia a ruote.

 

b1) - Larghezza del corridoio cm 100.

Spazio necessario oltre la porta cm 20 (Immagine)

Spazio per l'inizio manovra prima della porta cm 100.

Apertura porta oltre i 90°
Idem per l'immissione opposta.

 

b2) - Larghezza del corridoio cm 100
Spazio necessari, oltre la porta, di cm 110 per poterla aprire: poi, retromarcia e accesso.

Spazio necessario prima della porta, quanto il suo ingombro. (Immagine)

Idem per l'immissione opposta.

 

b3) - Larghezza del corridoio cm 100.

Apertura porta 90° (Immagine)

Spazio necessario, oltre la porta, nel corridoio cm 20.

Spazio necessario prima della porta, nel corridoio, cm 90 (per garantire ritorno)

 

b4) - Larghezza del corridoio cm 100.

Apertura porta oltre i 90° (Immagine)

Spazio necessario, oltre la porta, nel corridoio, cm 10.

Spazio necessario, oltre la porta, nel vano d'immissione, cm 20.

Spazio necessario, prima della porta, nel corridoio, almeno cm 90, (per garantire ritorno).

 

c) - Passaggi in disimpegni e attraverso porte poste in linea tra loro e su pareti perpendicolari al verso di marcia della sedia a ruote.

 

c1) - Necessità di indietreggiare durante l'apertura della porta.

Profondità necessaria cm 190 (Immagine)

Profondità necessaria, prima del disimpegno, cm 120.

Larghezza del disimpegno cm 100.

 

c2) - Manovra semplice, senza dover indietreggiare.

Spazio di rispetto a lato della seconda porta cm 45.

Profondità necessaria, cm 180.

Larghezza necessaria cm 135 (Immagine)

 

c3) - Necessità di indietreggiare durante l'apertura della porta.

Larghezza del disimpegno cm. 100 (Immagine)

Profondità necessaria cm. 190

 

c4) - Manovra semplice senza dover indietreggiare.

Spazio di rispetto a lato della seconda porta cm. 45.

Profondità necessaria cm. 210. (Immagine)

 

c5) - Idem come c.1 e c.3 (Immagine)

 

c6) - Manovra semplice senza dover indietreggiare

Spazio di rispetto a lato della seconda porta cm. 45

Profondità necessaria cm. 170 (Immagine)

Profondità necessaria, prima del disimpegno, cm. 135.

   

d - Passaggi in disimpegni e attraverso porte ortogonali tra loro.

 

d1) - Larghezza del disimpegno cm. 100

Spazio necessario oltre la porta cm. 20 (Immagine)

Spazio necessario tra le due porte cm. 110

 

d2) - Larghezza del disimpegno cm. 100

Apertura porte prefissata a 90° (Immagine)

Profondità del disimpegno cm. 140

 

Irlanda 5, p. 81 - 84   

Accorgimenti riguardanti la sicurezza e il comfort        

AccessoriIrland 5, p. 81 - 84

 

 

VANTAGGI E SVANTAGGI DEI VARI TIPI DI PORTE

  • Porte apribili verso l’interno

In questo caso, la rotazione della porta non deve limitare lo spazio di manovra o l'area di trasferimento della carrozzina. Inoltre dovrebbe essere dotata di un meccanismo di sblocco di emergenza per consentire l'apertura della porta verso l'esterno nel caso in cui, ad esempio, una persona cada contro la porta chiusa. [Una piastra metallica come nella figura a lato, tratta da Singapore 2 Universal design pag.190, può rappresentare un esempio.]

  • Porte apribili verso l’esterno

In questo caso, dovrebbero essere dotate di un corrimano orizzontale all'interno per consentire a una persona di chiudere la porta dietro di sé quando entra nella stanza. Per motivi di sicurezza, è imperativo che le porte che si aprono verso l'esterno non si proiettino in un percorso, in particolare una via di fuga di emergenza.

  • Porte ad apertura totale

Le porte a apertura totale (vedere la Figura 5.20) potrebbero essere considerate come un mezzo per massimizzare la larghezza di apertura della porta. Queste cerniere allineano l'anta con i montanti del telaio fisso quando è aperta a 90 gradi, aumentando così la larghezza di apertura dello spessore della porta. Questo tipo di cerniera posiziona l'anta e, di conseguenza, il corrimano orizzontale e le altre maniglie, più lontano dall'apertura e dalla persona che manovra la porta, il che potrebbe essere uno svantaggio. In tali circostanze, il corrimano orizzontale potrebbe dover essere posizionato vicino al lato cerniera dell'anta. Le porte a apertura totale, a causa delle loro dimensioni e forma, sporgono dall'anta e dalla cornice sul lato di apertura della porta; pertanto, dovrebbero essere prese in considerazione solo dove non c'è possibilità che una persona colpisca la parte sporgente della cerniera, ad esempio dove la porta è accostata in direzione laterale.

  • Porte scorrevoli

In circostanze eccezionali in cui lo spazio è limitato negli edifici esistenti, è possibile utilizzare una porta scorrevole per lasciare il massimo spazio per le manovre interne al locale. Si consiglia di utilizzare una porta scorrevole dritta a una sola anta con un'apertura netta consigliata di 950 mm. I maniglioni verticali devono essere fornite su entrambi i lati della porta e le guide devono essere incassate nel pavimento. Va notato che le porte scorrevoli offrono una privacy acustica inferiore rispetto alle porte a battente con nucleo solido. Le porte scorrevoli sono anche più difficili da azionare delle porte a battente grazie all'azione di spinta / trazione laterale richiesta.

  • Porte a fisarmonica.

Le porte a fisarmonica comportano problemi di acustica e di privacy ancora maggiori delle porte a scorrere, ma hanno il vantaggio di minori vincoli costruttivi, essendo esterne alle pareti divisorie.

 

MANIGLIE

Le maniglie delle portedevono avere le seguenti caratteristiche:

  • devono essere posizionate da 800 a 1000 mm sopra il livello del pavimento;
  • devono essere facili da azionare con una mano e senza l'uso di movimenti sofisticati;
  • devono essere di tipo a leva, in quanto sono più facili da manovrare per le persone con ridotta manualità;
  • non utilizzare mai le maniglie a manopola ruotante poiché per molte persone sono molto difficili da impugnare e far funzionare;
  • dovrebbero essere evitate le maniglie a trazione, a meno che non siano complementari alle maniglie a leva, poiché sono difficili da afferrare e tirare mentre si aziona il meccanismo di blocco.
 

SEGNALAZIONI

Le maniglie dovrebbero incorporare un meccanismo per indicare se il servizio è occupato o meno. Ciò dovrebbe comprendere le parole "libero" e "occupato" di colori diversi. Gli indicatori che offrono solo un cambio di colore dovrebbero essere evitati in quanto sono difficili da interpretare per alcune persone. È un errore comune che le serrature siano dotate degli indicatori nella posizione opposta, che mostrano "occupato" quando in realtà il locale è vuoto e viceversa. Ciò può causare confusione e ritardi non necessari nelle toilette occupate.

 

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)