ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

SPAZI DI SOSTA : DISLIVELLI

ESIGENZE

Le persone con disabilità debbono essere messe in grado dimuoversi in sicurezza dal parcheggio ad un percorso pedonale accessibile, complanare alle aree pedonali di servizio o ad esse collegato tramite rampe o idonei apparecchi di sollevamento.

 

SOLUZIONI

CRITERI ESSENZIALI

​Prescrizioni

Un parcheggio si considera accessibile se è complanare alle aree pedonali di servizio o ad esse collegato.

Il parcheggio non complanare al percorso pedonale urbano adiacente deve essere a questo collegato tramite:

  • Scivolo, nel caso in cui il percorso pedonale sia ad un dislivello fino a 15 cm;
  • Rampa, nel caso in cui il percorso pedonale sia ad un dislivello fino a 320 cm di modesto sviluppo lineare e di pendenza consigliata 5% (massimo 8%);
  • Apparecchi di sollevamento, nel caso in il percorso pedonale sia ad un dislivello maggiore di 320 cm, che richiederebbe una rampa  eccessivamente lunga.

Raccomandazioni

Nei casi in cui si deve entrare e uscire da un'auto direttamente sul marciapiede, specialmente quando la larghezza del marciapiede è limitata, può essere opportuno che il pavimento sia a livello stradale per tutta la lunghezza del parcheggio

 NORME ITALIANE

D.M. 236/89

Art. 4.2.3 Parcheggi

Si considera accessibile un parcheggio complanare alle aree pedonali di servizio o ad esse collegato tramite rampe o idonei apparecchi di sollevamento.
Lo spazio riservato alla sosta delle autovetture delle persone disabili deve avere le stesse caratteristiche di cui al punto
4.1.14 (Autorimesse).

OSSERVAZIONE

Il parcheggio non complanare al percorso pedonale adiacente deve essere a questo collegato tramite:

  • Scivolo, nel caso in cui il percorso pedonale sia ad un dislivello fino a 15 cm, fig. seguente;
  • Rampa, nel caso in cui il percorso pedonale sia ad un dislivello fino a 320 cm di modesto sviluppo lineare e di pendenza consigliata 5% (massimo 8%);
  • Apparecchi di sollevamento, nel caso in il percorso pedonale sia ad un dislivello maggiore di 320 cm, che richiederebbe una rampa  eccessivamente lunga.

Art, 4.1.14 Autorimesse

Il locale per autorimessa deve avere collegamenti con gli spazi esterni e con gli apparecchi di risalita idonei all'uso da parte della persona su sedia a ruote.
Lo spazio riservato alla sosta delle autovetture al servizio delle persone disabili deve avere dimensioni tali da consentire anche il movimento del disabile nelle fasi di trasferimento; deve essere evidenziato con appositi segnali orizzontali e verticali. (Per le specifiche vedi
8.1.14).

Art, 8.1.14 

Autorimesse

Le autorimesse singole e collettive, ad eccezione di quelle degli edifici residenziali per i quali non è obbligatorio l'uso dell'ascensore e fatte salve le prescrizioni antincendio, devono essere servite da ascensori o altri mezzi di sollevamento, che arrivino alla stessa quota di stazionamento delle auto, ovvero essere raccordate alla quota di arrivo del mezzo di sollevamento, mediante rampe di modesto sviluppo lineare ed aventi pendenza massima pari all'8%.

Le rampe carrabili e/o pedonali devono essere dotate di corrimano.

FINESTRA SUL MONDO

Irlanda 1, pp. 24 - 25

  • Quando si parcheggia, per preferenza o per necessità, si può entrare e uscire da un'auto direttamente sul marciapiede. Ciò può essere molto difficile se il bordo del marciapiede è alto, perché la persona deve sollevarsi e abbassarsi per un'altezza maggiore. Il trasferimento per gli utenti su sedia a ruote è anche più difficile, perché richiede il sollevamento della sedia a ruote dalla macchina fino al livello del pavimento sopraelevato e il successivo innalzamento della persona dal sedile della macchina per sedersi sulla sedia. In alcune situazioni, specialmente quando la larghezza del marciapiede è limitata, può essere opportuno che il pavimento sia a livello stradale per tutta la lunghezza del parcheggio; inoltre non devono esserci elementi che possano ostacolare l'uscita sul lato del marciapiede.
  • Superfici irregolari o stalli inclinati rendono molto difficile l’entrata e l'uscita da un'autovettura e possono rappresentare un pericolo per i pedoni.
  • Le aree dei parcheggi devono essere stabili, livellate e uniformi, senza variazioni di profilo superficiale superiore a 5 mm.
  • Una pendenza massima di 1 su  50 è accettabile, ove necessaria per assicurare il deflusso dell'acqua. 

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite

 

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite

 

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)