ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

PRINCIPI GENERALI: ANTROPOMETRIA

 

L'ANTROPOMETRIA è la scienza che misura:

  • le dimensioni statiche e dinamiche del corpo umano, nella sua totalità o nelle sue componenti,
  • i limiti di operatività (distanze di presa, zone di normale raggiungibilità, spazi di movimento, spazi di sicurezza), sia in autonomia sia con il supporto di presidi (sedia a ruote, …).

PRESCRIZIONI

Il riferimento base nella normativa italiana per gli spazi di manovra è costituito dal D.M. 236/89, Art. 8.0.2 Spazi di manovra con sedia a ruote.

Gli spazi di manovra, atti a consentire determinati spostamenti alla persona su sedia a ruote, sono i seguenti:

 

FINESTRA SUL MONDO

Per approfondimenti, si propone la consultazione dei seguenti testi:

Singapore1 outdoor, pp 155 – 163, Anthropometric and Signage

Berlino1 indoor               pp. 8 - 12  Anthropometric principles

pp. 28 -32 Movement areas

Bruxelles 1 outdoor         pp. 8 -15Les besoins spécifiques des PMR

United Nations                 pp. 28 - 29 Anthropometrics[ Part 1 | Part 2 ]

Università di Firenze, Dipartimento di Architettura – Corso di Laurea in Disegno Industriale, Laboratorio di ergonomia, prof.ssa Francesca Tosi.

Singapore1 outdoor, pp 155 – 163, Anthropometric and Signage

Obiettivo: Spazi necessari e  segnaletica.

Gli impianti e le attrezzature devono disporre di adeguati spazi per la sicurezza e il facile utilizzo da parte delle persone con disabilità. Devono essere fornite di segnalazioni per dare indicazioni chiare e informazioni sulle strutture in un edificio.

§ Antropometria e Spazi Cl 8.1

§ simbolo internazionale di accesso per le persone con disabilità Cl 8.2

§ Segni direzionali Cl 8.3

§ Segni di identificazione del servizio Cl 8.4

§ Segnaletica Cl 8.5

 

8.1 ANTROPOMETRIA E SPAZI NECESSARI

8.1.1 Superficie minima libera da ostacoli

8.1.1.1 Lo spazio minimo necessario per una singola persona su sedia a rotelle, deve essere di 900 mm di 1200 mm come illustrato nella figura 80 (a),approccio anteriore, e (b), approccio parallelo.

8.1.1.2 Uno spazio minimo di 1200 mm di 1200 mm, come illustrato in Figura 80 (c), consentirebbe l'accesso sia anteriore che parallelo.

 

3 figure

 

8.1.1.3 Lo spazio minimo libero per la rotazione della sedia a rotelle deve essere di 1800 mm di 1800 mm come illustrato nella Figura 81.

 1Figura

8.1.2 Dimensioni della sedia a rotelle

 

8.1.2.1 La figura 82 descrive alcune delle dimensioni tipiche di una sedia a rotelle standard. Altri tipi di sedie a rotelle, come le sedie a rotelle motorizzate, possono avere dimensioni, peso e manovrabilità diverse. Nel determinare il requisiti di spazio di circolazione degli utenti su sedia a rotelle, dovrebbero essere prese in considerazione le dimensioni globali del tipo di sedia a rotelle utilizzata e della capacità dell'operatore di manovrarla .

2 figure

Estensione di spazi alla portata di una persona su una sedia a rotelle

8.1.3.1 Raggiungibilità  in avanti

8.1.3.1.1 La distanza raggiungibile  massima senza ostacoli, è di 1200 mm dal pavimento; la distanza raggiungibile  minima verso il basso è di 400 mm dal pavimento come mostrato in Figura 83.

 1Figura

8.1.3.1.2 La distanza raggiungibile  massima su un'ostruzione di 500 mm di profondità è di 1100 mm dal pavimento come mostrato in Figura 84.

1Figura

 

8.1.3.2 La raggiungibilità  laterale

8.1.3.2.1 La distanza raggiungibile  massima, senza ostacoli, è di 1300 mm dal pavimento;

la distanza raggiungibile  minima verso il basso è di 250 mm dal pavimento come mostrato in figura 85.

 

1Figura

 

8.1.3.2.2 La distanza raggiungibile  massima su una ostruzione di 860 mm di altezza e di 500 mm di profondità è di 1200 mm dal pavimento come mostrato in Figura 86.

1Figura

 

Nota: Quando si progetta per un singolo individuo, occorre prendere in considerazione le limitazioni effettive di accesso dello stesso.

8.1.4 Apertura di una porta in un corridoio

8.1.4.1Il percorso di un utente su sedia a rotelle quando si tratta di aprire  una porta in un corridoio è illustrato in Figura 87.

 

1Figura

8.1.4.2 Dalla posizione 1, la sedia a rotelle deve spostarsi nella posizione 2 in modo che l'utente possa raggiungere la maniglia della porta e aprirla. Dal momento che uno spostamento laterale delle ruote posteriori di una sedia a rotelle può essere raggiunto solo con una rotazione rispetto alla direzione di avanzamento, la sedia deve seguire la pista da 1 a 2 a 3.

 

8.1.4.3 Dopo l’apertura della porta l’utente deve tornare indietro, girare la sedia verso la porta e seguire il percorso indicato nella figura 3

8.1.5 Larghezze dei passaggi

8.1.5.1Devono essere forniti adeguati spazi per i diversi tipi di utenti che passano su un percorso di accesso come mostrato nella Figura 88. Anche se le persone che utilizzano le stampelle possono passare attraverso aperture minime di 850 mm di larghezza libera, hanno bisogno di passaggi più ampi per maggiore comodità e sicurezza. Infatti le punte delle stampelle divaricano per un amplio angolo e rappresentano un pericolo in stretti passaggi dove non potrebbero essere viste da altri pedoni.

 

1Figura

 

 

8.2  SIMBOLO INTERNAZIONALE DI ACCESSO PER LE PERSONE CON DISABILITÀ

 

8.2.1 Generale

 

8.2.1.1. Quando un edificio è reso accessibile in conformità con la clausola 2.1 del capitolo 2,o. dovrà essere dotato di segnaletica idonea ad indicarne l’accessibilità.

8.2.1.2 Il simbolo internazionale di accesso dovrà essere è permanente e ben visibil per indicare la posizione delle  varie strutture nell'edificio.

8.2.1.3 Le persone con disabilità possono avere limitazioni nel movimento della testao una riduzione della visione periferica. La segnaletica posizionata perpendicolarmente al percorso  è visibile con più facilità.

Le persone possono generalmente distinguere la segnaletica n un angolo di 30 ° da entrambi i lati della linea centrale dei loro volti senza spostare le loro teste.

8.2.2 Figura del simbolo di accesso

8.2.2.1. Il simbolo di accesso deve essere utilizzato per identificare le caratteristiche  di accessibilità a strutture usate da persone con disabilità.

8.2.2.2 La forma del simbolo di accesso deve rispettare quanto segue:

(a) è composto da due elementi, vale a dire, una figura simbolizzata in una

sedia a rotelle e uno sfondo quadrato semplice;

b) la disposizione proporzionale della figura simbolizzata deve essere conforme con la figura 89;

c) il colore della figura simbolizzata è bianco su un blu sfondo;

d) la figura simbolizzata è rivolta a destra.

8.2.2.3  Dove posizionare il simbolo di accesso :

a) al di fuori dell'edificio con strutture accessibili;

b) nelle aree in cui sono previste strutture per le persone con disabilità.

 

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)