ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

SICUREZZA:  DISSUASORI DI SOSTA

ESIGENZE

I percorsi pedonali devono essere protetti da possibili invasioni di veicoli in sosta impropria, con conseguente impedimento alla percorribilità.

SOLUZIONI

 

Prescrizioni

I percorsi pedonali devono essere protetti da invasioni da parte dei veicoli con dissuasori di sosta, dispositivi stradali atti a impedire la sosta di veicoli in aree o zone determinate.

 

Raccomandazioni

dissuasori di sosta singoli non devono interrompere in alcun punto il percorso, né costituire pericolo per le persone con disabilità visive.

Le transenne devono avere un elemento trasversale continuo a 20 cm da terra, in modo tale che possa essere percepito dalle persone non vedenti che si muovono con l'ausilio del bastone.

Se i dissuasori sono collegati da catene, si deve individuare un percorso alternativo accessibile alle persone con disabilità visiva, le quali possono, ad esempio, essere guidate sul lato opposto del percorso. 

 

NORME ITALIANE

DPR 495/1992

Art. 42 Codice della strada (Regolamento Art.180)

I dissuasori assumono forma di pali, paletti, colonne a blocchi, cordolature, cordoni ed anche cassonetti e fioriere, ancorché integrati con altri sistemi di arredo.

I dissuasori devono essere visibili e non devono esercitare un'azione di reale impedimento al transito, sia come altezza sul piano viabile, sia come spaziamento tra un elemento e l'altro, se trattasi di componenti singoli disposti lungo un perimetro.

I dissuasori possono essere di diversi materiali: calcestruzzo, ferro, ghisa, alluminio, legno o plastica a fiamma autoestinguente.

Non devono, per forma o altre caratteristiche, creare pericolo ai pedoni e, in particolare, ai bambini.

I dissuasori di sosta devono essere autorizzati dal Ministero dei lavori pubblici - Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale - e posti in opera previa ordinanza dell'ente proprietario della strada. 

FINESTRA SUL MONDO

IMZ 2016

Nel caso in cui si scelga di adottare dei dissuasori di sosta singoli, questi devono essere attentamente posizionati, in modo da non interrompere in alcun punto il percorso e non costituire pericolo per le persone con disabilità visive.

Nel caso in cui si sceglie di adottare le transenne, queste devono avere un elemento trasversale continuo a 20 cm da terra, in modo tale che possa essere percepito dalle persone non vedenti che si muovono con l'ausilio del bastone.

Se i dissuasori sono collegati da catene, si deve individuare un percorso alternativo accessibile alle persone con disabilità visiva, le quali possono, ad esempio, essere guidate sul lato opposto del percorso. La catena può, infatti, costituire pericolo per le persone non vedenti che si muovono con l'ausilio di un bastone poiché, essendo a circa un metro da terra, può non essere percepita. È comunque opportuno evitare dissuasori di sosta collegati tra loro da catene.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)