ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

SICUREZZA:  PASSERELLE

ESIGENZE

I lavori di manutenzione, riparazione o nuova costruzione possono richiedere l'occupazione temporanea di parti del marciapiede o della strada, per l'erezione di ponteggi o per fini di stoccaggio, determinando rischi ai pedoni, se non sono eseguiti correttamente.

I cantieri di lavoro che impegnano i percorsi pedonali devono mantenere comunque la possibilità di transito per le persone, comprese quelle con disabilità.

SOLUZIONI

 

CRITERI ESSENZIALI

Raccomandazioni

I cantieri di lavori che interferiscono con i percorsi pedonali e veicolari devono prevedere, quando necessario, passerelle in grado di garantire il transito in condizioni di sicurezza anche a persone non addette ai lavori, in particolare a quelle con disabilità. 

 

 

NORME ITALIANE

 

DPR 495/92 Codice della strada Art. 21   Opere, depositi e cantieri stradali

Regolamento Art. 40. - Sicurezza dei pedoni nei cantieri stradali
 

…4. Se non esiste marciapiede, o questo è stato occupato dal cantiere, occorre delimitare e proteggere un corridoio di transito pedonale, lungo il lato o i lati prospicienti il traffico veicolare, della larghezza di almeno 1 m. Detto corridoio può consistere in un marciapiede temporaneo costruito sulla carreggiata, oppure in una striscia di carreggiata protetta, sul lato del traffico, da barriere o da un parapetto di circostanza segnalati dalla parte della carreggiata, come precisato al comma 3.

FINESTRA SUL MONDO

Bruxelles, p. 50

In presenza di cantieri, la porta d’ingresso di ogni edificio interessato dovrà essere resa  accessibile da una passerella che soddisfi le seguenti specifiche:

• il piano della passerella deve avere una larghezza libera di almeno 1 m;

• in caso di necessità evidenti di renderla accessibile a persone a mobilità ridotta, la larghezza complessiva è aumentata a un minimo di 1,5 m;

• deve essere assicurata una larghezza maggiore in luoghi con grandi flussi di utenti attivi (amministrazioni, ospedali, complessi culturali, negozi, ecc.);

• le passerelle devono essere equipaggiate su entrambi i lati di parapetti con un'altezza di almeno 1,1 m;

• il pavimento di circolazione deve essere fatto di materiale antiscivolo ma non repulsivo per i cani guida;

• se le pareti laterali sono piene, le passerelle devono avere lo stesso colore delle recinzioni;

• le passerelle devono essere posizionate parallele o perpendicolari all'asse del marciapiede, a meno che non siano emesse deroghe scritte dal responsabile stradale. Queste passerelle devono essere realizzate in modo tale che nello spazio pubblico di destinazione sia presente uno spazio di almeno 1,5 m per 1,5 m per consentire le manovre di persone a mobilità ridotta;

• le passerelle saranno abbastanza robuste da garantire la sicurezza degli utenti.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)