ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

LOCALE MONUFUNZIONE: BOX DOCCIA

ESIGENZE

Le persone con disabilità debbono essere messe in grado di:

  • circolare all’interno del locale, fino ad accostarsi alla doccia;
  • disporre di attaccapanni o piano d’appoggio per il vestiario;
  • entrare nella doccia, dal lato più confacente alle proprie potenzialità di movimento autonomo;
  • fruire della doccia;
  • svolgere ogni attività in modo agevole, sicuro e confortevole.

SOLUZIONI

CRITERI ESSENZIALI

Requisiti comuni a tutti i locali ...

  Requisiti specifici degli apparecchi presenti 

  Fruibilità Accessori   
   Box doccia Maniglioni  

​Raccomandazioni

La doccia deve essere a livello del pavimento, preferibilmente di dimensione minima 90 cm x 90 cm [piatto doccia], dotata di sedile ribaltabile ed erogatoreatelefono.

Evitare di inserire qualsiasi tipo di profilo a terra per le porte del box doccia in quanto tale profilo può impedire un agevole accesso alla doccia stessa.

La doccia, oltre ad essere a filo pavimento, deve avere una pendenza non superiore al 3%.

La rubinetteria, di tipo standard a leva normale con miscelatore, deve essere posta preferibilmente sulla parete al lato del sedile, mai sul lato dello schienale.

(Comune di Bologna, Manuale interpretativo della L. 13/89, p. 9)

INFORMAZIONI INTEGRATIVE

  • Si riportano indicazioni sulle possibili  modalità d’uso della doccia da parte delle persone con disabilità (Regione Veneto).

 

 

ALLEGATO alla Dgr.n. 509 del 02 marzo 2019 (fig.4)

ALLEGATO alla Dgr.n. 509 del 02 marzo 2019 (fig.4)

 

NORME ITALIANE

 

D.M. 236/89

 

Ubicazione e segnalazione

Accesso

Spazi di manovra interni

Fruizione degli apparecchi

FINESTRA SUL MONDO

Le misure riportate negli schemi sono solo indicative.

  DIMENSIONI E LAYOUT  
Irlanda 5, p. 51 - 53

In generale, se correttamente realizzate, le docce sono più accessibili, più sicure da usare e possono richiedere meno assistenza rispetto ai bagni; ma è sempre opportuna una gamma di servizi che offra una possibilità di scelta.

I progettisti dovrebbero anche considerare la possibilità di rendere più attraente il design del bagno, piuttosto che rispettare solo le normative raccomandate

Nel caso in cui sia fornita più di una struttura, dovrebbe esserci un'opzione di trasferimento a destra e a sinistra e la disposizione di trasferimento dovrebbe essere coerente all'interno di ciascuna stanza: la direzione del trasferimento dovrebbe essere la stessa per il WC, per la doccia, per la vasca.

La doccia deve coniugare funzionalità ed estetica, con elementi montati a parete:

  • un sedile per doccia pieghevole;
  • un pavimento piano con scarico integrale a pavimento e  battiscopa a battenti (sguscio);
  • piastrelle con finitura opaca e un buon equilibrio di colori tra pavimento e pareti per favorire acuità visiva;
  • controlli termostatici;
  • posizioni per la doccia, sia da seduti che in piedi;
  • comandi facilmente raggiungibili dalla posizione seduta;

Un box doccia accessibile per un uso autonomo e indipendente, dovrebbe avere le dimensioni di 2300 mm x 2500 mm e un layout come illustrato nella Figura 5.11

Si possono notare diversi maniglioni:

  • B : maniglione orizzontale elevabile
  • D : maniglione orizzontale
  • E : maniglione verticale
  • J: maniglione orizzontale per chiusura della porta

Dove viene fornita più di una doccia accessibile, il layout deve consentire accessi da sinistra e da destra.

Il piatto doccia deve essere di 1200 mm x 1000 mm e aperto su due lati adiacenti. Devono essere libere la zona per il trasferimento nella parte anteriore e laterale della doccia e un'area di svolta di 1800 mm di diametro con il sedile nella posizione abbassata.


 
 
IMZ In caso di carenza di spazi, si può usare una doccia aperta, senza box di protezione, come in figura a lato.

CONI

Criteri di progettazione per l’accessibilitàagli impianti sportivi

8.6.2 - Docce

Ogni doccia dovrà avere una dimensione minima (posto doccia) di m 0.90 x 0.90 con antistante spazio di passaggio della larghezza minima di m 0.80 (preferibilmente m 0.90), eventualmente in comune con altri posti doccia.

Alle docce degli spogliatoi atleti,  si dovrà accedere, preferibilmente, tramite locale filtro tenendo conto di quanto riportato al punto 8.6.1 per l’anti WC. Salvo quanto indicato al successivo punto 10.2.5, dovrà essere previsto un posto doccia almeno ogni 4 posti spogliatoio o frazione, con dotazione minima di due docce.

Almeno un posto doccia per le docce destinate agli uomini ed uno per quelle destinate alle donne dovrà essere fruibile da parte dei disabili motori; tale doccia della dimensione minima di m. 0,90 x 0,90 dovrà avere uno spazio adiacente delle stesse dimensioni per la sosta della sedia a ruote. Il posto doccia dovrà essere dotato di sedile ribaltabile lungo m. 0,80 profondo m. 0,60 e di  accessori conformi alla normativa vigente.

PAVIMENTO E PENDENZA  
CSV, Friuli Venezia Giulia

Occorre evitare di inserire qualsiasi tipo di profilo a terra per le porte del box doccia in quanto può impedire un agevole accesso alla doccia stessa.

La doccia, oltre ad essere a filo pavimento, deve avere una pendenza non superiore al 3%.

I rubinetti della doccia, di tipo standard a leva normale con miscelatore, devono essere posti sulla parete al lato del sedile, mai sul lato dello schienale.

Le porte del box doccia devono essere dotate di profili a pavimento in gomma sormontabili per consentire il passaggio della sedia a ruote.

Inoltre le porte devono risultare facilmente apribili per consentire un agevole accesso anche ad un eventuale operatore.

Immagine tratta da 'Guida alla progettazione accessibile e funzionale'  del CSV, Friuli Venezia Giulia p. 76.

Irlanda 5, p. 53

Una doccia accessibile dovrebbe incorporare un piatto doccia a filo con il pavimento circostante. Ciò può essere ottenuto creando una “stanza umida”, in cui l'intero pavimento o solo l'area della doccia si inclina verso un punto di drenaggio. Qualsiasi pendenza del pavimento non dovrebbe superare un gradiente di 1:50

La pendenza del pavimento può essere creata all'interno di un massetto, realizzando un avvallamento; oppure utilizzando un piatto doccia incassato nel pavimento in cemento o in legno. Sono inoltre disponibili vassoi con un piccolo smusso sul perimetro, posati sopra il pavimento esistente. Questa soluzione è più adatta per docce da aggiungere nel locale , dove non è pratico creare una depressione all'interno della struttura del pavimento esistente.

In tutti gli ambienti con doccia, la piastrellatura o il linoleum del pavimento deve essere adatto a contenere l'acqua e evitare bordi o finiture taglienti. La finitura del pavimento deve essere scelta  per massimizzare la resistenza allo scivolamento, sia quando è umida che asciutta.

SEDILE PIEGHEVOLE  
Irlanda 5, p. 55

Per la doccia  deve essere previsto un sedile pieghevole in plastica fissato saldamente alla parete, con schienale integrato o separato. La parte anteriore del sedile deve trovarsi a 650 mm dalla parete posteriore per facilitare il trasferimento laterale da una sedia a rotelle. L'altezza del sedile deve essere compresa tra 450 e 480 mm, profondità 450 mm e larghezza 500 mm.

Un secondo sedile ribaltabile (meglio se mobile) può essere fornito lontano dalla doccia per consentire alle persone di sedersi mentre si asciugano e cambiano. Tutti i sedili devono essere controllati e testati regolarmente per garantire che i fissaggi siano sicuri e che sostengano il peso di una persona.

IMZ

Il sedile della doccia è consigliabile che:

  • Abbia una dimensione di 50x50 cm
  • Sia dotato di un piano di appoggio incavo per permettere una corretta seduta.
  • Sia dotato di uno schienale leggermente inclinato.

Può essere utilizzata al posto del seggiolino anche una sedia con o senza rotelle, con braccioli mobili, con sedile forato.

La doccia deve essere dotata di campanello di chiamata.

COMANDI E CONTROLLI  

Irlanda 5, p. 52, 55

Dovrebbe essere chiaro e inequivocabile come azionare i controlli del volume dell'acqua e della temperatura, che devono essere progettati in modo tale che gli utenti, la cui visione può essere limitata a causa del vapore o della mancanza degli occhiali, non modifichino inavvertitamente la temperatura anziché cambiare il volume dell'acqua.

Sulla parete, perpendicolarmente al sedile della doccia, deve essere previsto un erogatore amovibile e un comando doccia a leva con miscelatore termostatico. L’erogatore deve essere regolabile in altezza (nell'intervallo da 1200 a 2200 mm e i comandi  da 750 a 1200 mm sopra il livello del pavimento), in modo da ridurre al minimo la necessità per una persona di chinarsi o piegarsi per raggiungerli e per garantire che siano raggiungibili da persone di diverse altezze.

La temperatura dell'acqua non deve superare i 40 gradi centigradi (C). L'indicatore di controllo della temperatura dovrebbe essere chiaro e il più semplice possibile da usare per tutti.

Irlanda 5, p. 74 comandi di docce e bagni dovrebbero essere regolabili per ridurre al minimo la necessità per una persona di chinarsi o piegarsi per raggiungerli e per garantire che siano raggiungibili da persone di diverse altezze. Dovrebbe essere possibile azionare i comandi della doccia e del bagno prima di entrare per impostare e testare la temperatura dell'acqua. I controlli devono essere di facile comprensione e devono chiaramente distinguere tra il controllo del getto  e della temperatura dell'acqua.
DOCCE APERTE E ASSISTITE
IMZ In caso di carenza di spazi, si può usare una doccia aperta, senza box di protezione, come in figura a lato.
Irlanda 5, p. 61

Servizio igienico assistito con doccia, WC, lavabo

    A : maniglioni verticali e maniglioni orizzontali elevabili

    C : maniglione orizzontale

    E : maniglioni orizzontali elevabili

È tratteggiata la linea di scorrimento del sollevatore.

ACCESSORI VARI  
Irlanda 5, p. 56

La tenda (o due, se necessario) dovrebbe essere fornita per racchiudere completamente l'area della doccia e i corrimano ripiegabili, ma non dovrebbe ostruire i comandi dell’acqua. La tenda offre privacy alla persona che usa la doccia, se è presente nella stanza  anche un assistente o un accompagnatore, e aiuta anche a mantenere asciutta l’area circostante.

Dovrebbero essere forniti tutti gli accessori utili, inclusi un porta-asciugamani, ganci appendiabiti e uno specchio.

Il sedile, i corrimani e altri accessori dovrebbero offrire un contrasto visivo efficace con le superfici dello sfondo.

Tutte le docce, incluse le docce posizionate sopra le vasche, dovrebbero avere un soffione regolabile e estraibile.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)