ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

SCALE: GRADINI

ESIGENZE

Le persone con disabilità hanno particolare necessità di percepire con evidenza la conformazione del percorso e di procedere lungo le scale in modo uniforme e sicuro.

Pertanto,  i gradini debbono rispondere ai seguenti requisiti principali:

  • stessa alzata e pedata per ogni rampa, in corretto rapporto fra le due;
  • stesso numero (al di sotto di un massimo) per ogni rampa;
  • evitare gradini isolati o aperti;
  • evidenziarli con marca-gradini.

SOLUZIONI

CRITERI ESSENZIALI

Prescrizioni 

  • Pedata minima: 30 cm
  • Alzata massima: 17 cm ((64 –30)/2)
  • Per ogni rampa di scale i gradini devono avere la stessa alzata e pedata, in corretto rapporto fra le due.
  • Le rampe devono contenere possibilmente lo stesso numero di gradini.

Raccomandazioni

  • Le rampe delle scale devono avere al massimo 12 gradini.
  • È fortemente sconsigliato l'uso di gradini aperti, cioè privi di protezione laterale.
  • Evitare, ove possibile, il posizionamento di gradini isolati
  • I gradini devono essere dotati di un marca-gradino posto in corrispondenza del bordo esterno della pedata.

 

 

 

NORME ITALIANE

D.M. 236/89

Art. 4.1.10 Scale

  • Per ogni rampa di scale i gradini devono avere la stessa alzata e pedata.
  • Le rampe devono contenere possibilmente lo stesso numero di gradini, caratterizzati da un corretto rapporto tra alzata e pedata
  • I gradini delle scale devono avere una pedata antisdrucciolevole a pianta preferibilmente rettangolare e con un profilo preferibilmente continuo a spigoli arrotondati.
  • Un segnale al pavimento (fascia di materiale diverso o comunque percepibile anche da parte dei non vedenti), situato almeno a 30 cm dal primo e dall'ultimo scalino, deve indicare l'inizio e la fine della rampa.

Art. 8.1.10 Scale

  • Le rampe di scale che costituiscono parte comune o siano di uso pubblico devono avere una larghezza minima di 1,20 m, avere una pendenza limitata e costante per l'intero sviluppo della scala.
  • I gradini devono essere caratterizzati da un corretto rapporto tra alzata e pedata (pedata minimo di 30 cm): la somma tra il doppio dell'alzata e la pedata deve essere compresa tra 62/64 cm.
  • Il profilo del gradino deve presentare preferibilmente un disegno continuo a spigoli arrotondati, con sottogrado inclinato rispetto al grado, e formante con esso un angolo di circa 75°-80°.
  • In caso di disegno discontinuo, l'aggetto del grado rispetto al sottogrado deve essere compreso fra un minimo di 2 cm e un massimo di 2,5 cm.
  • Le rampe di scale che non costituiscono parte comune o non sono di uso pubblico devono avere una larghezza minima di 80 cm.
  • In tal caso devono comunque essere rispettati il rapporto alzata / pedata (in questo caso pedata minima di 25 cm) e la altezza minima del parapetto.

Tratta da Barriere architettoniche schemi e rifermenti normativi, Figura 34,Comune di Banari

 

FINESTRA SUL MONDO

Gradini, Alzate e Pedate

Bordi e Marcagradini

Aggetti

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

Interferenze delle scale con altri elementi

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

Gradini singoli o disuniformi

Pedate coniche

Alzata vuota o pedata trasparente

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)