ANTOLOGIA APERTA DELL'ACCESSIBILITA' 

* si consiglia  di chiudere la pagina dopo la consultazione, per evitare un eccesso di pagine aperte.

Pagina di dettaglio tecnico

?

TRIBUNEGRADONI E SCALE DI SMISTAMENTO

ESIGENZE

È importante che tutte le persone con difficoltà motoria possano accedere con sicurezza al proprio posto in tribuna

SOLUZIONI

 

CRITERI ESSENZIALI

Prescrizioni

I gradoni per i posti a sedere devono avere una pedata non inferiore a 0,60 m e una alzata compresa tra 0,40 e 0,60 m. Le rampe delle scale di smistamento degli spettatori devono essere rettilinee.

Le scale di smistamento degli spettatori non possono avere larghezza inferiore a 1,20 m e servire non più di 20 posti per fila e per parte. Ogni 15 gradoni per i posti a sedere si deve avere un passaggio parallelo ai gradoni stessi di larghezza non inferiore a 1,20 m. È consentito non prevedere tali passaggi quando le scale di smistamento degli spettatori adducono direttamente ai vani delle scale per il deflusso degli spettatori. I gradini di ogni rampa devono avere alzata e pedata costanti rispettivamente non superiore a 20 cm (alzata) e non inferiore a 23 cm (pedata)

 

Raccomandazioni

Come si può notare, le indicazioni per le dimensioni dei gradini delle scale di smistamento sono difformi da quanto stabilito dal DM 236/1989, perché comporterebbero una notevole riduzione del numero dei posti a sedere dello stadio.

È opportuno che la norma (DM 236/1989) sia rispettata almeno per i le scale di smistamento ai posti a sedere confortevoli, sia per quanto riguarda le alzate e pedate dei gradini, sia per l’istallazione di corrimano,

 

 

 

 

NORME ITALIANE

Le scale di accesso devono essere conformi alla Linea guida: Percorsi pedonali – Scale, per quanto applicabili.

Infatti, i vincoli di spazio rendono in molti casi impossibile rispettarle, a meno di non aumentare in modo non ragionevole gli spazi occupati dagli spazi per il pubblico

                                             SCALE Casi eccellenti
PAGINE  PRIMARIE PAGINE  COMPLEMENTARI
Fruibilità Ausili Sicurezza Comfort
Larghezze Ausili per ipovedenti Mezzi di sollevamento Parapetti e cordoli Terminali elettrici
Ripiani o pianerottoli  Corrimani Ascensori Pavimentazioni  
Gradini Illuminazione artificiale Piattaforme elevatrici Grigliati  
    Servoscala Altezza libera  
    Scale mobili    
    Camminamenti mobili     
    Montascale a cingoli    

 

 Si riportano di seguito altri riferimenti specifici.

CONI: NORME CONI PER L'IMPIANTISTICA SPORTIVA (approvate dalla G.E. del CONI con deliberazione n. 851 del 15 luglio 1999)

9 - Spazi per il pubblico
 

Le zone destinate agli spettatori dovranno rispondere alla vigente normativa di sicurezza. Le caratteristiche costruttive e distributive dovranno consentire l'agevole movimentazione del pubblico, compreso quello disabile, ed una confortevole visione dello spettacolo sportivo; dette condizioni si intendono soddisfatte se le tribune sono conformi alla norma UNI SPORT 9217.  Non potranno essere realizzati posti con limitata visibilità; potranno essere previsti differenti valori della capienza in relazione al tipo e livello di pratica sportiva ed in relazione alla visibilità.

Arch. Giuseppe Clemente: PRESTAZIONI DEGLI ORGANISMI EDILIZI •IMPIANTI E ATTREZZATURE PER LO SPORT

Sistema di vie d'uscita
 

Il sistema di vie d'uscita per la zona destinata agli spettatori deve essere indipendente da quello della zona delle attività sportive. La separazione deve essere realizzata in conformità a quanto previsto al precedente art.8. È consentita la comunicazione tra i suddetti sistemi di vie d'uscita attraverso porte metalliche. La larghezza complessiva delle uscite deve essere dimensionata per una capacità di deflusso non superiore a 250 (persone) per gli impianti all'aperto e a 50 (persone) per gli impianti al chiuso indipendentemente dalle quote. La larghezza di ogni uscita deve essere non inferiore a 2 moduli (un modulo = 60cm).Le scale e le rampe per il deflusso degli spettatori dalle tribune devono avere la stessa larghezza complessiva delle uscite. Nella determinazione della larghezza delle vie d'uscita vanno computati i vani di ingresso purchè dotati di serramenti apribili anche verso l'esterno. Per quanto riguarda i serramenti consentiti si rimanda alle disposizioni del Ministero dell'Interno per i locali di pubblico spettacolo. I gradini devono essere a pianta rettangolare, devono avere una altezza e una pedata costanti e rispettivamente non superiori a 17cm (alzata) e non inferiore a 30cm (pedata).Le rampe delle scale debbono essere rettilinee, avere non meno di tre gradini e nonpiù di 15.I pianerottoli devono avere la stessa larghezza delle scale senza allargamenti o restringimenti. Sono consigliabili nei pianerottoli raccordi circolari che abbiano la larghezza radiale costante ed eguale a quella della scala. Nessuna sporgenza o rientranza deve esistere nelle pareti delle scale per una altezza di 2m dal piano di calpestio. Tutte le scale devono essere munite di corrimano sporgenti non oltre le tolleranze ammesse. Le estremità di tali corrimano devono rientrare con raccordo nel muro stesso. È ammessa la fusione di due rampe di scale in unica rampa, purchè questa abbia larghezza uguale alla somma delle due. Per scale di larghezza superiore a 3m la commissione provinciale di vigilanza può prescrivere il corrimano centrale. Per gli impianti al chiuso la lunghezza massima del sistema di vie d'uscita per la zona destinata agli spettatori non può essere superiore a 40m oppure 50m se in presenza di idonei impianti di smaltimento dei fumi asserviti a impianti di rilevazione e segna-lazione d'incendio. Il numero delle uscite per gli spettatori non può in ogni caso essere inferiore a due perogni settore o per ogni impianto che non è diviso in settori.

Distribuzione interna

Le scale di smistamento degli spettatori non possono avere larghezza inferiore a 1,20 m e servire non più di 20 posti per fila e per parte. Ogni 15 gradoni per i posti a sedere si deve avere un passaggio parallelo ai gradoni stessi di larghezza non inferiore a 1,20 m. È consentito non prevedere tali passaggi quando le scale di smistamento degli spettatori adducono direttamente ai vani delle scale per il deflusso degli spettatori. I gradoni per i posti a sedere devono avere una pedata non inferiore a 0,60 m e una alzata compresa tra 0,40 e 0,60 m. Le rampe delle scale di smistamento degli spettatori devono essere rettilinee. I gradini di ogni rampa devono avere alzata e pedata costanti rispettivamente non superiore a 20 cm (alzata) e non inferiore a 23 cm (pedata)

 

Ci stiamo lavorando: la vostra collaborazione sarà molto gradita

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

 

Ci stiamo lavorando: vostre segnalazioni saranno molto gradite.

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)