ISTITUTO DEL MARCHIO DI QUALITA' ZEROBARRIERE (IMZ) 

CHI SIAMO

Chiudi    

LO STATUTO

SCOPO SOCIALE

Articolo 1 - Denominazione 

E’ costituita un’associazione non a fini di lucro, di cui agli artt. 36 e ss. del codice civile, organizzazione di volontariato ai sensi della L. n. 266/91. denominata “Istituto del Marchio di qualità Zerobarriere ” (siglabile IMZ). L’Associazione nella propria denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, utilizzerà la locuzione “organizzazione non lucrativa di utilità sociale”, ovvero l’acronimo “ONLUS”, dopo l’avvenuta registrazione nell’apposito Registro regionale. 

 

Articolo 2 - Sede

L’Associazione ha sede in  Umbertide, Via dei Patrioti,13. 

Essa potrà istituire sedi secondarie e succursali.

La variazione della sede deliberata dall’Assemblea Ordinaria non dovrà intendersi quale modifica del presente Statuto.

 

Articolo 3 - Scopo dell’associazione

L’IMZ è un’associazione di volontariato, non lucrativa, apartitica, aconfessionale, che non ammette discriminazioni di sesso, razza, lingua, nazionalità, ideologia politica e intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale.

L’Associazione nasce dall’esigenza di promuovere, realizzare, sviluppare ogni iniziativa utile a migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità o non autonome, favorendone il massimo grado di autonomia e la parità di opportunità rispetto a tutti i cittadini.

Allo scopo di realizzare le finalità sociali l’Associazione opera in maniera specifica, con prestazioni non occasionali di volontariato, nella seguente area di intervento:

Promuove ed organizza la raccolta e la diffusione delle informazioni riguardanti le normative, gli strumenti e le soluzioni in grado di favorire il massimo grado di autonomia alle persone con disabilità o non completamente autonome;

Promuove ed organizza iniziative per la sensibilizzazione della società a realizzare gli interventi utili a favorire l’eliminazione di discriminazioni e l’inserimento delle persone con disabilità in attività compatibili con le condizioni soggettive, da valorizzare comunque nel grado massimo; 

Si uniforma alle direttive dell’ONU ed alle indicazioni dell’ICF (International Classification of Functioning, Disabiliy and Health), che considera la disabilità come un problema che non riguarda soltanto i singoli cittadini colpiti e le loro famiglie, ma coinvolge tutta la comunità e, innanzitutto, le Istituzioni.

Stabilisce il Regolamento dei principi e delle procedure della Certificazione “Zerobarriere”;

Promuove ed organizza corsi di formazione, accreditando docenti ed elaborando programmi e materiali di supporto;

Promuove ed organizza seminari e manifestazioni inerenti alle finalità sociali;

Ricerca, elabora, pubblica e promuove soluzioni e normative in grado di migliorare il massimo grado di autonomia alle persone con disabilità o non autonome;

Promuove, coordina e gestisce attività finalizzate all’eliminazione di ogni tipo di barriera (architettonica, sensoriale, percettiva, comunicativa, …) che limiti le opportunità delle persone con disabilità;

Aderisce ad Enti nazionali ed internazionali, connessi allo scopo sociale.

L’Associazione non potrà svolgere attività diverse da quelle espressamente menzionate ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse o di quelle accessorie per natura a quelle statutarie, in quanto integrative delle stesse, nei limiti consentiti dal D.Lgs. 460/97 e successive modifiche e integrazioni.

 

Articolo 4 - Durata

La durata dell’IMZ è illimitata.

L’Istituto non potrà sciogliersi che per decisione di una Assemblea straordinaria appositamente convocata, la quale dovrà decidere sulla devoluzione del patrimonio sociale esistente, dedotte le passività, a favore di organizzazioni di volontariato che operino in identico o analogo settore. L’Assemblea provvede anche alla nomina di uno o più liquidatori da scegliersi preferibilmente tra i Soci. 

Articolo 5 – Entrate e Patrimonio sociale

Il Patrimonio dell’Associazione è costituito da:

  • beni mobili e immobili che diverranno di proprietà dell’Associazione;
  • eventuali fondi di riserva costituiti con l’eccedenza di bilancio;
  • eventuali erogazioni, donazioni o lasciti.

Le entrate dell’Associazione sono costituite da:

  • quote associative dei singoli aderenti; 
  • liberalità e sovvenzioni di enti pubblici, aziende, persone fisiche;
  • contributi dello Stato ed altre amministrazioni pubbliche, anche per lo svolgimento convenzionato o in regime di accreditamento di attività aventi finalità sociali esercitate in conformità ai fini istituzionali;
  • contributi di organismi internazionali;
  • rendite di beni mobili e immobili pervenuti all’associazione a qualunque titolo;
  • contributi derivanti dal finanziamento di progetti realizzati in conformità alle proprie finalità istituzionali;
  • proventi derivanti da raccolte pubbliche effettuate occasionalmente in concomitanza di celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione, anche mediante offerte di beni di modico valore; 
  • donazioni o lasciti testamentari;
  • rimborsi  spontanei delle spese sostenute per la prestazione dei servizi;
  • entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali.

Istituto del Marchio di  qualità Zerobarriere (IMZ) - P.za Carlo Marx, 5 - 06019 Umbertide (PG)